Progetti e retroscena

Traffico a lunga percorrenza

Nell’agosto 2019 BLS e FFS hanno siglato un contratto di esercizio per la spartizione del traffico a lunga percorrenza. In virtù dell’accordo, FSS manterrà la concessione integrale ma cederà a BLS alcune linee, che quest’ultima dovrà gestire e autofinanziare. BLS risponderà interamente di redditività, qualità e costi delle tratte affidatele e le servirà utilizzando propri treni e macchinisti.

Quali linee del traffico a lunga percorrenza serve BLS?

  • RegioExpress Bern–Biel (dal dicembre 2019)
  • RegioExpress Bern–Olten (dal dicembre 2020)
  • RegioExpress Bern–Neuchâtel–La Chaux-de-Fonds (traffico regionale fino al dicembre 2020, poi traffico a lunga percorrenza)

Ci dimostriamo responsabili

Il trasporto pubblico svizzero cresce. BLS vuole contribuire ad affrontare questa espansione, evitando che i costi a carico del settore pubblico aumentino di pari passo. Per farlo, l’azienda deve realizzare utili – un obiettivo che, nel trasporto passeggeri, può essere conseguito solo operando nel traffico a lunga percorrenza. I profitti consentono a BLS di investire e sviluppare nuove offerte. Solo così l’azienda può infatti incrementare i servizi a parità di costo.

Riduciamo i costi del traffico regionale

Rilevando linee del traffico a lunga percorrenza che si integrano perfettamente nella nostra rete siamo in grado di gestire il traffico regionale secondo economicità. Le sinergie che ne conseguono ci permettono infatti di impiegare treni e collaboratori in modo più efficiente, riducendo così i costi. Ciò ci consente anche di distribuire i costi fissi su più treno-chilometri.

Stimoliamo una competizione delle Idee

Quando diverse ferrovie puntano a rilevare una linea sono costrette a presentare un’offerta valida e a differenziarsi sul piano del servizio e della qualità. Il trasporto pubblico svizzero si fonda su un principio: che le aziende del settore, mosse da spinta innovativa e spirito pionieristico, si ispirino vicendevolmente. Con il contratto di esercizio appena siglato, è stato fatto un primo passo verso l’evoluzione del modello multi-imprese nel traffico a lunga percorrenza. Affinché il trasporto pubblico possa vincere le sfide future, dovranno seguirne degli altri.

Cronologia

Settembre 2016

Sulla base del modello «FFS più X», l’UFT invita le ferrovie a candidarsi per le linee a lunga percorrenza. BLS sviluppa un concetto con linee IC per Basilea e Zurigo e diverse linee RE. Nel corso di intense discussioni su una cooperazione, BLS e le FFS concordano alla fine la gestione economicamente indipendente di cinque linee da parte di BLS. BLS è disposta a limitarsi a due linee IC verso Basilea e a tre linee RE. Anche i presidenti del consiglio di amministrazione di BLS e delle FFS approvano tale consenso, ma le FFS in seguito abbandonano l’accordo e interrompono le trattative.

Settembre 2017

BLS presenta conseguentemente una propria domanda di concessione per le cinque linee summenzionate.

Aprile 2018

L’UFT assegna a BLS solo le due linee RE Berna-Biel/Bienne e Berna-Burgdorf-Olten. BLS accetta la decisione, ma con due sole linee non è in grado di attuare la sua idea di un servizio migliore per i passeggeri (accompagnatori di viaggio e vendita di biglietti in treno) come inizialmente previsto. Inoltre, le due linee assegnate non sono abbastanza redditizie.

Luglio 2018

Le FFS presentano ricorso contro la decisione. Nonostante questa incertezza giuridica, BLS inizia i preparativi per l’acquisizione in dicembre 2019 delle due linee assegnate e ordina otto treni MUTZ da Stadler. L’ordine a breve termine è possibile perché BLS può acquistare treni in opzione dall’originaria fornitura MUTZ di Stadler del 2012.

Maggio 2019

Il Tribunale amministrativo federale decide che il ricorso delle FFS non sarà privato del suo effetto sospensivo, come richiesto da BLS.

Agosto 2019

A luglio FFS e BLS riprendono i colloqui per stabilire un accordo. Il 21 agosto le due aziende siglano un contratto di esercizio: FSS mantiene la concessione integrale ma cede alcune linee che BLS dovrà gestire e autofinanziare.

0 di 0 Documenti multimediali
    Chi siamo
    Rete delle tratte
    Di più
    Conversando con...
    Progetti e retroscena

    Approfondimenti su temi di attualità.

    Di più
    Newsletter