Progetti e retroscena

Maggiori servizi e nuovi treni nel traffico a lunga percorrenza

Con il rientro previsto nel traffico a lunga percorrenza, BLS intende offrire ai passeggeri maggiori servizi, collegamenti diretti più frequenti senza cambiare e nuovi treni. A tal fine, ha presentato all’Ufficio federale dei trasporti una richiesta di concessione per due linee Intercity e tre linee RegioExpress sul traffico a lunga percorrenza. Ciò genera una concorrenza sana, rivitalizzando il sistema ferroviario. Dando un impulso al sistema di trasporti pubblici, migliora il rapporto qualità/prezzo per i clienti e per il settore pubblico.

Dal 2004 in Svizzera vige un monopolio per il traffico a lunga percorrenza: tutte le linee del traffico a lunga percorrenza sono gestite dalle FFS. La Confederazione ha invitato diverse ferrovie a prendere parte all’apertura del mercato nell’ambito del traffico ferroviario a lunga percorrenza. L’obiettivo consiste nello stimolare il sistema ferroviario svizzero, generando un valore aggiunto tangibile rispetto alla situazione di monopolio odierna. BLS è pronta a fornire nuovi impulsi e a gestire in futuro una piccola parte del traffico a lunga percorrenza parallelamente alle FFS. Con la concessione richiesta nel traffico a lunga percorrenza, BLS desidera offrire ai passeggeri maggiori collegamenti ferroviari diretti e un migliore servizio in treno. A partire dall'orario 2020, BLS intende servire gradualmente le seguenti linee di traffico a lunga percorrenza:

  • Due linee Intercity: Basel–Interlaken Ost e Basel–Brig.
  • Tre linee RegioExpress: Bern–Biel, Bern–Olten e Bern–Le Locle. Queste tre linee fanno parte di un vasto ampliamento della rete RegioExpress che BLS intende implementare nei prossimi anni in collaborazione con i cantoni e le regioni.

Accompagnatori di viaggio personali, ristorazione e ricezione dei dati di alta qualità

I clienti in tutti i treni nel traffico a lunga percorrenza di BLS beneficeranno di accompagnatori di viaggio personali, della possibilità di acquistare il biglietto sul treno e di un’offerta di ristorazione adeguata. BLS vuole consentire ai passeggeri, e in particolare ai turisti dell’Oberland bernese e dell’Alto Vallese, di usufruire di una connessione dati stabile e di alta qualità, ad esempio sulla base della WLAN. Inoltre, BLS è la prima ferrovia svizzera ad aver già installato in molti treni appositi finestrini per la buona ricezione della telefonia mobile, in collaborazione con partner industriali e del Politecnico federale di Losanna.

Le nuove linee del traffico a lunga percorrenza consentono a BLS una crescita moderata, con 290 nuovi posti di lavoro. Poiché i collegamenti si inseriscono in modo ideale nella rete BLS esistente, BLS è in grado di sfruttare meglio il suo potenziale senza che si vengano a generare maggiori costi per i contribuenti. I passeggeri, le regioni e il settore pubblico beneficiano di un impiego di veicoli più ottimale e di maggiori treni-chilometro con il medesimo esborso.

La rete prevista per il traffico a lunga percorrenza Rete delle linee

0 Documenti multimediali

    Video Perché BLS vuole circolare autonomamente nel traffico a lunga percorrenza?

    0 Documenti multimediali

      FAQ Domande e risposte

      1.     Perché BLS in futuro intende mettere in circolazione treni per il traffico a lunga percorrenza?

      La Confederazione ha invitato diverse ferrovie a prendere parte all’apertura del mercato nell’ambito del traffico ferroviario a lunga percorrenza. L’obiettivo consiste nello stimolare il sistema ferroviario svizzero, generando un valore aggiunto tangibile per i passeggeri rispetto alla situazione di monopolio odierna. BLS è pronta a fornire nuovi impulsi al sistema ferroviario e a gestire in futuro una piccola parte del traffico a lunga percorrenza parallelamente alle FFS. Per contribuire attivamente a tale ambito, è necessaria una concessione a sé stante nel traffico a lunga percorrenza.

      2.     Facendo circolare anche i treni BLS in aggiunta a quelli delle FFS nel traffico a lunga percorrenza, il sistema ferroviario non diventa più costoso e complesso?

      Siamo convinti che un mix sano di cooperazione e concorrenza sia una fonte di stimolo per tutte le ferrovie nell’ottica di un miglior rapporto qualità/prezzo. Solo con una scelta selettiva si verrebbe a creare uno squilibrio. Ed è per questo che BLS propone un pacchetto bilanciato di linee di traffico a lunga percorrenza più o meno redditizie. A prescindere da tutto ciò: l’armonizzazione nel sistema ferroviario è necessaria e in Svizzera funziona bene. Già oggi i treni regionali BLS circolano sulla rete delle FFS e i treni delle FFS circolano sulla rete BLS. I centri di coordinamento fanno sì che, ad esempio, vengano garantiti i collegamenti e che in caso di guasti i ritardi dei transiti di tutte le ferrovie vengano ridotti al minimo. BLS non mette assolutamente in dubbio questo coordinamento.

      3.     BLS come intende migliorare il servizio?

      I viaggiatori beneficeranno di treni all’avanguardia. Inoltre è previsto che su tutti i collegamenti Intercity e RegioExpress viaggino accompagnatori di viaggio e che i passeggeri possano acquistare i biglietti in treno. BLS intende fornire ai passeggeri un’adeguata offerta di ristorazione (ristorante e zone di ristoro nell’IC, zone di ristoro nei RE). Anche un collegamento dati di alta qualità come ad esempio quello WLAN e una buona ricezione del telefono cellulare rientrano in un servizio moderno secondo gli standard di BLS.

      4.     Che benefici traggono i cantoni e le regioni dall’offerta di BLS nel traffico a lunga percorrenza?

      Grazie a ulteriori linee, BLS può impiegare in modo ottimale il proprio potenziale e le proprie risorse. I cantoni disporrebbero quindi di decisamente più treni-chilometro con il medesimo esborso. Anche gli investimenti nei nuovi treni BLS sarebbero effettuati senza gravare ulteriormente sui contribuenti in quanto il traffico a lunga percorrenza, a conti fatti, conviene. Le regioni come Berna, l’Oberland bernese, l’Alto Vallese e la Romandia beneficiano di maggiori collegamenti diretti e di treni all’avanguardia.

      5.     Il rientro nel traffico a lunga percorrenza che cosa implica per BLS e i suoi collaboratori?

      Se BLS riceverà la concessione da parte della Confederazione, crescerà moderatamente. Nei prossimi anni agli attuali 3100 collaboratori si andrebbero a sommare 290 nuovi posti di lavoro presso BLS. Il graduale ampliamento consentirebbe a BLS di formare internamente gran parte del proprio personale. Fornendo condizioni di lavoro all’avanguardia e a misura di famiglia e pagando salari in linea con il mercato, BLS rappresenta un datore di lavoro allettante anche sul mercato del lavoro.

      6.     La concorrenza nel traffico a lunga percorrenza implica che BLS non collabori più con altre ferrovie come le FFS?

      Il sistema ferroviario svizzero funziona grazie a una stretta collaborazione di tutte le imprese coinvolte. BLS non intende cambiare assolutamente nulla di questa collaborazione. Continua a cooperare strettamente con tutti i partner nell’ambito dei trasporti pubblici. D’altro canto, BLS è convinta che una concorrenza minima generi nuovi impulsi e idee, migliorando il rapporto qualità/prezzo per i clienti e i committenti dei trasporti pubblici. Al tempo stesso, anche le FFS crescono in misura più che proporzionale nel traffico a lunga percorrenza.

      7.     BLS con quale materiale rotabile servirà le sue linee di traffico a lunga percorrenza?

      BLS acquisterà nuovi treni a lunga percorrenza per Basel–Interlaken e Basel–Brig. Per le linee RegioExpress intendiamo impiegare i treni a due piani MUTZ e i treni FLIRT di ultima generazione di Stadler.

      0 Documenti multimediali
        Newsletter