Comunicato stampa 28.03.2019

BLS Cargo espande la quota di mercato

Nel 2018, BLS Cargo ha aumentato il proprio fatturato chiudendo l'anno con un utile di 5,4 milioni di CHF. Con l'acquisizione programmata della ferrovia merci belga Crossrail nel 2019 BLS Cargo rafforza la sua posizione sul corridoio merci nord-sud. I cantieri e le interruzioni delle linee sulla rete ferroviaria restano una grande sfida.

Nel 2018, BLS Cargo AG ha realizzato un fatturato di 235 milioni di CHF (+15,8%; 2017: 203 milioni) e un aumento dell'utile annuo di 1,9 milioni, raggiungendo i 5,4 milioni di CHF. Con un volume di 17051 treni, il traffico è stato leggermente inferiore a quello dell'anno precedente (2017: 17529 treni). La diminuzione del volume di traffico è stata causata dalle numerose interruzioni e limitazioni di linea imposte dalla presenza di cantieri. Nonostante tale riduzione, le prestazioni di trasporto, misurate in tonnellate-chilometro nette, sono aumentate del 9,9% rispetto all'anno precedente a causa del maggior numero di treni pesanti in transito. Di conseguenza, la quota di mercato del traffico merci ferroviario transalpino attraverso la Svizzera, misurata in tonnellate lorde, è aumentata di tre punti percentuali, raggiungendo il 30%.
 
 
Nel 2018, BLS Cargo ha lanciato l'iniziativa “Rail freight forward” insieme ad altre ferrovie merci europee, con l’obiettivo di trasferire più traffico dalla strada alla ferrovia e di aumentare la quota europea del trasporto merci su rotaia dal 18% al 30% entro il 2030. In questo modo, le aziende ferroviarie di trasporto merci vogliono dare un importante contributo nella lotta contro il cambiamento climatico. Al tal fine, già quest’anno BLS Cargo investe in nuove locomotive, utilizzandole sistematicamente nel trasporto transfrontaliero e offrendo al mercato concetti di trasporto innovativi.

 

L'acquisizione di Crossrail rafforza la posizione di mercato

Inoltre, con l'acquisizione della ferrovia merci belga Crossrail, nel 2019 BLS Cargo consoliderà la propria posizione sul corridoio merci, con un ulteriore aumento di competitività. “Vediamo soprattutto un potenziale nella gestione continuativa dei treni comuni e nell'impiego migliore e più interconnesso della flotta internazionale di locomotive sul corridoio merci verso il Belgio”, commenta Dirk Stahl, CEO di BLS Cargo. L’acquisizione è soggetta all’approvazione delle autorità competenti in materia di concorrenza.

 

Una grande sfida: condizioni e disponibilità dell'infrastruttura ferroviaria

Negli ultimi anni, BLS Cargo ha dovuto affrontare sempre più spesso interruzioni di linea prolungate a causa della presenza di cantieri. Nonostante i grandi sforzi, BLS Cargo non è in grado di compensare le numerose limitazioni imposte e consentire al traffico di circolare liberamente. Ciò ha un effetto negativo sulla qualità e l'affidabilità dei treni, che a sua volta indebolisce la posizione della rotaia rispetto alla strada. BLS Cargo chiede quindi un'attenta pianificazione dei lavori di costruzione sugli assi di transito. Prima di procedere a ulteriori interruzioni importanti, dovrà essere aperto il corridoio di 4 metri sul Gottardo nel dicembre 2020, in modo che il traffico possa essere deviato attraverso questo asse.
 
 
Per ulteriori informazioni contattare Stefanie Burri al numero +41 58 327 30 17 oppure tramite e-mail all'indirizzo stefanie.burri@bls.ch.
 
0 di 0 Documenti multimediali
    Informazioni
    Contatto per i media

    BLS SA, Ufficio media
    telefono  +41 58 327 29 55
    fax +41 58 327 29 10
    media@bls.ch

    (dal lunedì al venerdì, 08.00–17.00)

    BLS Cargo
    BLS Cargo Alpinist
    «Gli Alpinisti»
    www
    Automaticamente sempre aggiornati
    Ricevete i nostri comunicati stampa tramite RSS feed
    Abbonati
    Newsletter